Turismo: cosa Vedere in Sudafrica

Turismo

Il Sudafrica è un luogo pieno di fascino e di storia, ricco di tradizioni antiche che si rispecchiano nella vita dei suoi abitanti.
Prima attrattiva dello stato sono certamente i parchi nazionali che costiuiscono il 9% del territorio articolandosi in zone protette (5%) ed in zone semi-protette (4%). La natura incontaminata ed ancora selvaggia dei territori si è mantenuta praticamente intatta nel corso dei secoli, arrivando fino a noi carica del suo fascino più primordiale.

Navigare Facile

Molti turisti, affascinati dalla natura di questi luoghi, scelgono quindi di avventurarsi nei luoghi più incantevoli e nascosti, accompagnati da una guida turistica del posto che potrà mostrarci e spiegarci ciò che ci circonda con tutto l'orgoglioso entusiasmo di chi abita questi luoghi da sempre.
Certamente, un luogo meritevole di una nostra visita è la capitale. Città del Capo, le cui coste affascinano da sempre i visitatori, permette di muoversi con agilità e di raggiungere facilmente alcune spettacolari riserve come quella del Capo di Buona Speranza, l'Isola delle foche, le Grotte Cango ed il meraviglioso parco Kruger.

Food

Vale assolutamente la pena di visitare anche le atre principali città della Repubblica dove storia e modernità si incontrano in un connubio assolutamente indimenticabile, il tutto unito ad un'assoluta ospitalità.

La cultura di questi luoghi è forse una delle più ricche di usanze contrastanti eppure così armoniche, tanto da riuscire a coinvolgere il turista in tutti i modi possibili. Il calendario delle festività religiose segue quello europeo, ma molto sentite sono anche le feste civili di cui riportiamo un piccola scaletta:
21 marzo - Festa dei Diritti Umani (anniversario del massacro avvenuto durante le sanguinose dimostrazioni anti-aparthaid)
27 aprile - Festa della Libertà (in assoluto la festa civile più importante)
16 giugno - Festa della Gioventù (in cui si ricordano le manifestazioni contro il segregazionismo)
9 agosto - Festa della donna
In oltre, una famosa festa che si tiene a Johannesburg è Il Carols on the Square (7 dicembre) che consiste in una manifestazione natalizia che si tiene nella piazza della città. Per accedere alla festa è necessario portarsi solo una cosa: un giocattolo, nuovo o vecchio, che verrà donato ai bambini orfani.
Grandissimi, poi, sono i festeggiamenti per il capodanno che, in città del Capo, si prolungano a partire dal 2 di gennaio per tutto il mese con il Minstrel Carnival, un vero e proprio carnevale con tanto di costumi, sfilate di carri, balli e canti. L'idea di brindare al nuovo anno, comodamente stesi su una candida spiaggia al caldo del mese invernale più amato della città, non è veramente male!

Il mangiare non è assolutamente un problema e possiamo tranquillizzare gli amanti della buona tavola dicendo che, in tutta la repubblica, il cibo è davvero di ottima qualità. Mangiare in un ristorante comporta un prezzo piuttosto basso che, ovviamente varia a seconda della stagione turistica. Importante, è ricordare anche che i vini del Sudafrica sono riconosciuti tra i migliori al mondo e godono di un ottima fama in ambito internazionale.

Per accedere alla Repubblica del Sudafrica è necessario arrivare muniti di qualche informazione; perciò qui forniamo una breve lista delle cose che dovremo sapere prima di imbarcarci epr questo meraviglioso mondo:

  • Le lingue ufficiali sono ben 11, ma, di certo, la più utilizzata in ambito turistico e l'inglese che, ormai, è ben conosciuto da tutta la popolazione.
  • La moneta del Sudafrica è il Rand e lo scambio con l'euro può essere comodamente effettuato in tutte le banche.
  • La sanità è buona e così anche la reperibilità di farmaci.
  • Si è soliti lasciare una mancia a guide, ristoratori e camerieri e, prima di fotografare qualcuno è buona norma chiedere il permesso. Quando ci si trova invece in un piccolo villaggio è bene che tutti gli accordi, come escursioni e richiesta di accompagnatori del luogo, vengano concordati con il capo villaggio.
  • Per accedere, è necessario munirsi di passaporto in corso di validità, ma non è richiesto nessun visto né vaccinazione specifica anche se è raccomandata la profilassi anti-malarica per chi decide di visitare la parte orientale del paese (confine con il Mozambico). Una buona igiene e qualche attenzione, poi, non potranno fare altro che garantirci una maggiore sicurezza.